La rucola della Piana del Sele Igp torna al Fruit Logistica di Berlino

3' di lettura 05/04/2022 - La rucola della Piana del Sele Igp torna al Fruit Logistica di Berlino con i primi numeri del marchio di tutela europeo, riconosciuto dalla UE nel dicembre 2020 dopo tre anni di gestazione.

Ad oggi, spiega in una nota Vito Busillo, presidente del Consorzio di tutela salernitano nato solo otto mesi fa, "le aziende produttrici associate rappresentano il 60% del totale, con 2.200 ettari coinvolti. Già all'avvio del Consorzio il valore della produzione certificato dall'ente DQA era 16,5 milioni di euro, ovvero il 5% del totale. Ciò significa che a regime puntiamo a rappresentare un valore della produzione in campo di 340 milioni di euro, a cui si sommeranno altri 600 milioni di valore della commercializzazione al banco. Numeri che ci porteranno tra i primi cinque prodotti a marchio d'Italia".

Busillo, che è anche presidente di Coldiretti Salerno, fa il punto sui progetti in corso per amplificare il potenziale di mercato del prodotto, a partire da un'azione di co-marketing con la grande distribuzione e da un percorso di valorizzazione d'intesa con il ministero dell'Agricoltura e la Regione Campania. "La differenza fondamentale di un prodotto a marchio - sottolinea - è l'adozione di un rigoroso disciplinare di produzione che mette al centro i processi di sostenibilità: risparmio idrico, abbattimento fitofarmaci, agricoltura 4.0 con tecnologia a sensori per non rovinare il prodotto, macchine elettriche per la raccolta, basso impatto ambientale.

Solo così - conclude Busillo - saremo in grado di intercettare la fiducia del consumatore con l'Igp". L'occasione per presentare i numeri della rucola Igp è il convegno sul tema "La competitività dell'ortofrutta italiana al tempo delle emergenze: il ruolo delle filiere e dei territori" al padiglione 4.2 stand A-03, con gli interventi di Ettore Prandini presidente nazionale di Coldiretti, Aristide Valente presidente OP Alma Seges, Sonia Ricci presidente Unaproa e coordinatrice della consulta ortofrutticola di Coldiretti, Felice Poli presidente OP Sole e Rugiada, Alessandro Apolito Filiera Italia, Luigi Lauriola responsabile ortofrutta Carrefour Italia.

La Rucola Igp, spiega la nota di Coldiretti Campania, "si presenta come un vero e proprio 'super food'. Ha proprietà antinfiammatorie, vista la presenza di calcio, magnesio e potassio. È un antiossidante e antitumorale, perché contiene beta-carotene, vitamina C, luteina e zeaxantina ma anche flavonoidi e isotiocianati come il sulforafano. È un prodotto antiage, grazie al calcio che aiuta a rinforzare la struttura delle unghie e delle ossa e la vitamina K svolge un'azione protettiva dell'apparato osseo. È ipocalorica con solo 25 calorie per 100 gr di alimento. Fin dall'antica Roma è ritenuta un afrodisiaco, citata da Ovidio come 'eruca salax'.

La rucola, infine, è consigliata per le donne in gravidanza, perché ricca di folati che trasformandosi in acido folico aiutano a prevenire le malformazioni fetali e la corretta crescita del bambino. La rucola Igp della Campania è quindi pronta a rappresentare un vero fenomeno sul mercato e negli stili alimentari sulle tavole di tutto il mondo".








Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 05-04-2022 alle 15:50 sul giornale del 06 aprile 2022 - 102 letture

In questo articolo si parla di attualità, agenzia dire

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cXNI





logoEV