I lavoratori del sito Leonardo di Giugliano in Campania (NA) sono stati convocati a un consiglio comunale monotematico per scongiurare la chiusura dello stabilimento

1' di lettura 04/04/2022 - "Questa mattina (lunedì 4 aprile) siamo insieme ai lavoratori di Giugliano, convocati a un consiglio comunale monotematico sul sito Leonardo di Giugliano, per scongiurare la chiusura dello stabilimento". Così Crescenzo Auriemma, segretario generale Uilm Campania, che con le tute blu del sito produttivo in provincia di Napoli ha preso parte al corteo e alla successiva assise municipale con il sindaco, Nicola Pirozzi, e alla quale hanno partecipato anche politici locali e nazionali.

"Siamo contrari allo spostamento dei centri di ricerca e di sviluppo, che sono fondamentali per la crescita dell'elettronica. Non possiamo permettere che le nostre intelligenze si spostino altrove", ha aggiunto Auriemma ribadendo il 'no' al trasferimento dei lavoratori nella fabbrica di Bacoli-Fusaro. Il Consiglio comunale produrrà un documento nel quale si confermerà la contrarietà della città alla chiusura della Leonardo.

Il leader dei metalmeccanici campani della Uil ha accolto con favore l'assunzione di un gruppo di giovani del quartiere napoletano Scampia nel sito del Fusaro, ma ne ha stigmatizzato le modalità: "Abbiamo saputo dell'iniziativa dai giornali, non c'è stata alcuna comunicazione ai sindacati. Nuovi posti di lavoro ci rendono sempre felici, ma questi sono insufficienti e ci auguriamo che si triplichino. Scegliere di assumere dei lavoratori di Scampia è una risposta fondamentale rispetto alle condizioni dei lavoratori maggiormente in difficoltà dell'area campana, ma tutto questo non basta", ha concluso Auriemma.








Questo è un lancio di agenzia pubblicato il 04-04-2022 alle 14:23 sul giornale del 05 aprile 2022 - 105 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/cXst





logoEV